10 regole d’oro per una pronuncia perfetta in francese

regole pronuncia francese

10 regole d’oro per una pronuncia perfetta in francese

 

Come tutti i studenti di francese sapranno, la pronuncia è l’aspetto più difficile da imparare di questa lingua. Può sembrare strano dato che il francese è una lingua romanza così come l’italiano e hanno in comune la stessa radice linguistica, ma di certo studiando francese vi sarete resi conto che ottenere una pronuncia perfetta è davvero molto difficile.

 

Ecco perché oggi vi insegneremo le 10 regole d’oro per imparare a pronunciare il francese in modo perfetto!

 

1. Pronunciare la “g”

 

Se seguita da vocali come “i”, “e”, si pronuncia come la seconda “g” della parola “garage”. (/ʒ/)

Se seguita da “n” ha un suono molto simile all’italiano “gn” (/ɲ/) ma leggermente più delicato, come se fosse più un “nie”.

Il gruppo “gue” si pronuncia come la “g” dura di “ghetto”.

 

2. Pronunciare la “c”

 

Se si trova prima delle vocali “e” o “i” (o quando porta la cediglia “ç”) suona come una nostra “s”. Lo stesso vale per la pronuncia della lettera “z”.

La cc (doppia c) davanti alla “e” e alla “i” si legge ks

Il gruppo “ch” ha un suono morbido e dovrebbe essere pronunciato come “sh” inglese.

Se precede “l”, “n” e “r”, si pronuncia come una “k”.

 

3. Pronunciare la “r”

 

La cosa che più di tutte serve per imitare l’accento francese è la “r.” Quando pronunci una parola con la “r” dovrai spingere la lingua all’indietro, verso la gola, come se dovessi pronunciare una “g”. Così facendo, la tua “r” suonerà arrotolata e vibrante producendo una specie di “rgr”. Quella che noi chiamiamo “erre moscia”…per intenderci!

 

4. Vocali

 

Il sistema vocalico del francese è uno dei più complessi. Sapevi che prevede più di 11 suoni diversi?

In Italiano non abbiamo niente di simile, perciò ci risulta una delle cose più difficili da imparare.

Una buona regola è : ogni volta che una vocale precede una “n” o “m” nella stessa sillaba, questa vocale diventa “nasale”.

 

Le vocali si possono anche raggruppare insieme e creare combinazioni di vocali. In francese ci sono solo poche combinazioni possibili. Eccole:

 

Combinazione di vocale

Fonetica

ai

e

[ɛ]

au/eau

o

[o]

eu/œu

come la umlaut Tedesca ‘ö’

[œ]

oi

oa

[w]

ou

u

[u]

ui/oui

ui

[ɥ]

 

5. Pronunciare la “e”

 

Una delle vocali più complesse da pronunciare è sicuramente la “e”.

Con accento grave (è) si pronuncia come una nostra “e”; con accento circonflesso (ê) come una “e” aperta e, infine, con accento acuto (é) come una “e” chiusa.

Se non è accentata e si trova a finale di parola, allora sarà muta.

 

6. Pronunciare il suono “ph”

 

Questo è uno dei suoni più facili da riprodurre. Il gruppo “ph”, così come in altre lingue, si legge come una “f”.

 

7. Terminazioni delle parole

 

La maggior parte delle “e” e delle “s” a finale di parola sono mute e dunque non si pronunciano. Lo stesso vale per la desinenza in “-ent” della terza persona plurale dei verbi.

 

8. Dieresi

 

La dieresi si utilizza per “rompere” il suono di due vocali seguite, in modo che ognuna di esse formi una parte di una sillaba diversa e indipendente. (héroïque, / ero-ik /).

 

9. Liaison

 

In francese, alcune parole separate si pronunciano come se se fossero una sola parola, unendo l’ultima sillaba con la prima della successiva. Questo accade quando una parola termina in consonante o in “e silenziosa”, e la seguente inizia con una vocale o con la “h” (lettera che tra l’altro è muta). Così, “les amis” suonerebbe come “lesami” (come abbiamo detto, la “s” finale non si pronuncia).

 

10. Accento

 

In francese tutte le parole sono acute, e quindi l’accento cade sull’ultima sillaba. Ma ci sono alcune eccezioni. Come abbiamo detto, se le parole terminano in “e”, questa non si pronuncia e quindi l’accento cadrà sulla vocale precedente.

 

Ti piacerebbe imparare il francese? Perché non dai un’occhiata al nostro sito? Potrai scegliere tra più di 4754 scuole di lingua in tutto il mondo!

 

___________________________________________________________________________________________

Se questo articolo ti è piaciuto seguici anche sulle nostre pagine Facebook, Twitter e Google+!

Silvia Spatafora per CourseFinders

Find your perfect language school Search CourseFinders to find the course for you