Come crescere un bambino bilingue?

famiglia

Come crescere un bambino bilingue?

 

Nei paesi del mondo occidentale aumenta sempre di più il numero di matrimoni misti. Un problema che queste famiglie devono affrontare, e spesso non sanno come fare, è quello di insegnare ai propri figli due o più lingue contemporaneamente.

Per alcuni il bilinguismo non è una scelta ma una necessità. Immaginiamo il caso di una famiglia che italiana che si trasferisce negli USA. In casa si continuerà a parlare italiano ma il neonato sarà continuamente sottoposto alla lingua inglese, ancor di più quando comincerà ad andare a scuola. Come devono comportarsi i genitori in questo caso? Qual è il modo migliore per preparare un bambino al bilinguismo?

Prima di tutto è importante sottoporre il bambino fin dalla nascita ad entrambe le lingue.

Uno degli errori più comuni da parte dei genitori, è quello di iniziare a comunicare con il bambino prima in una lingua e poi, quando diventa più grande, con l’altra. La cosa migliore è invece iniziare fin dall’inizio a sottoporre il neonato ai diversi stimoli linguistici. In questo modo il suo cervello assocerà le immagini, gli oggetti o le situazioni alle differenti parole e non farà alcuna confusione.

È fondamentale inoltre che i genitori non mischino le diverse lingue quando parlano. Se il padre è francese, dovrà rivolgersi al bambino sempre in francese. La stessa cosa la madre: se italiana, ad esempio, dovrà parlare solo in italiano con il neonato. In questo modo il bambino si abituerà ad utilizzare le due diverse lingue contemporaneamente. Tra le conseguenze più comuni del mischiare le lingue in modo improprio ci può essere la comparsa di balbuzie.

Sarebbe meglio che i genitori, di fronte al bambino, comunicassero anche tra di loro nella propria madre lingua. In questo modo il figlio assocerà una lingua principale alla madre e una al padre.

Non preoccupatevi se vostro figlio inizierà a parlare in ritardo rispetto ai suoi coetanei. È del tutto normale. Bisogna sempre ricordare che questo ritardo è provvisorio ed è dovuto dalla maggiore lentezza nell’acquisire due lingue contemporaneamente. La separazione definitiva tra le due lingue, nei bambini, avviene quasi sempre intorno ai 2 o 3 anni, quindi non allarmatevi inutilmente!

Per ultimo, non dimenticate che la lingua principale del bambino sarà sempre quella del Paese in cui vivete. La scuola, gli amici, gli stimoli ricevuti dalla TV, i giornali eccetera, saranno determinanti per il suo apprendimento.

Ricordatevi sempre che, necessità o no, il bilinguismo (o trilinguismo, in alcuni casi) è uno dei regali migliori che possiamo fare ai nostri figli!

 

______________________________________________________________________________________

Seguici anche sulle nostre pagine Facebook e Google+.

Oppure contattaci su Twitter!

Silvia Spatafora per CourseFinders

Find your perfect language school Search CourseFinders to find the course for you